David Bowie is

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal 14 luglio fino al 13 novembre 2016 al museo MAMbo, via Don Minzoni n.14 a Bologna è presente la  mostra temporanea e unica tappa italiana dedicata all’esile Duca Bianco “David Bowie is” grazie alla collaborazione del Victoria and Albert Museum di Londra.

Viene fornita l’audioguida automatica totalmente in inglese per seguire i tanti video originali e le interviste presenti  all’interno dell’esibizione con i sottotitoli in italiano, e anche quando non si è davanti ad uno schermo viene fornita, per le varie zone, una musica di sottofondo chiaramente tratta dagli album dell’artista.

David Jones nasce l’otto gennaio 1947 a Londra, in un periodo pesante e difficile e cresce in una città devastata dalla guerra e dai bombardamenti. Durante gli anni di gioventù cambia 7 gruppi in 5 anni circa e nel 1965 cambia nome in David Bowie, ispirato da Jim Bowie, per potersi distinguersi da Davy Jones del gruppo the Monkees. Jim Bowie era un pioniere e soldato americano del XIX secolo e il suo nome porta anche riferimento ad una tipologia di coltello utilizzato, il Bowie Knife.

Alla fine degli anni Sessanta, con l’uscita di Space Oddity, che anticipa l’arrivo sulla luna dell’astronave Apollo II, si fa conoscere al grande pubblico e la sua canzone diventa anche colonna sonora degli avvenimenti sulla luna.

terra

L’immagine della terra vista dallo spazio è la rappresentazione delle innovazioni dell’uomo ed è fin da subito tra le cento fotografie più influenti e importanti di sempre.

Bowie dagli anni Settanta fino alla fine dei suoi giorni è “il pioniere glamour di identità inventate, che mette in discussione sessualità e ragioni sociali”, in quanto, trasformista e senza regole sociali, si vestiva con scarpe dal tacco vertiginoso e senza vergogna alcuna esprimeva se tesso tramite i vestiti più eccentrici, androgini e particolari.

La discografia di David Bowie consiste in 25 album in studio come solista e due con il gruppo dei Tin Machine di cui ha fatto parte. Lo stesso Bowie, prima di morire, in una lettera a Brian Eno, si è riferito all’ultimo lavoro come il suo 25º album. L’ultimo disco, Blackstar, è stato lanciato solo due giorni prima di morire, ovvero il 10 gennaio 2016. Una stima ha valutato la sua produzione in circa 720 canzoni, per un totale di oltre 145 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

 

« Ha sempre fatto quello che voleva. E voleva farlo a modo suo, e voleva farlo al meglio. La sua morte non è stata diversa dalla sua vita: un’opera d’arte. Ha fatto Blackstar per noi, è stato il suo regalo di addio. Sapevo da un anno che sarebbe andata così. Non ero preparato, però. È stato un uomo straordinario, pieno di amore e di vita. Sarà sempre con noi. Per ora, possiamo solo piangere », il produttore Tony Visconti,

via Wikipedia.it

 

Bowie prende ispirazione da ogni tipologia di arte e influenza a sua volta ciò che gli è intorno: alcuni vestiti sono ispirati ai film di Kubrick, come Arancia meccanica o 2001:Odissea nello spazio.

Lavora insieme a tantissimi collaboratori come costumisti, stilisti, tra cui il famoso giapponese Kansai Yamamoto con lo stile del teatro Kabuki, truccatori che esalteranno le sue performance, espressione personale ed ecclettica di Bowie, registi e scenografi che studiano i suoi video musicali. Senza dimenticare il cinema: perché è vero che Kubrik per lui è stato una vera fonte ma a sua volta Bowie ha recitato nei suoi film come attore o come cameo interpretando se stesso:  come in Labyrinth – dove tutto è possibile del 1986, Basquiat del 1996 dove interpreta l’artista Andy Warhol o The Prestige del 2006; mentre alcuni dei film dove recita in camei sono: Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino del 1981 o Zoolander del 2001.

Agnese Monari

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...