Recensione de “Il libro della giungla”

il-libro-della-giungla-live-action-16

“La forza del lupo è il branco e la forza del branco è il lupo”

Siamo nella giungla, un neonato in una cesta abbandonata urla attirando l’attenzione di una pantera. Iniziava così il 19 classico Disney, l’ultimo ad essere prodotto sotto la supervisione di Walt Disney. A circa 50 anni di distanza la casa di produzione torna a deliziarci con un remake in live-action sulle avventure del piccolo Mowgli. Il film è diretto da Jon Favreau che ha già collaborato con la Disney alla regia della fortunata saga di Iron Man.

In una pellicola dove la stragrande maggioranza dei personaggi è composta da animali parlanti, non si può restare indifferenti di fronte alle meraviglie che la CGI ci offre. Tutto, dai paesaggi ai movimenti animali è curato nei minimi dettagli. Il mondo ideato dallo scrittore Rudyard Kipling prende vita in tutta la sua bellezza, rapisce e coinvolge appieno lo spettatore per tutta la durata della pellicola.

La storia segue a grandi linee le tappe che Mowgli aveva già affrontato nel classico Disney seppur distaccandosi sotto molti aspetti. Questa volta abbiamo un cucciolo d’uomo più attivo, che vuole farsi valere all’interno della giungla. Non appartiene a nessuna specie e dovrà lottare per trovare il suo posto attraverso un percorso di crescita in cui troverà i suoi veri amici e affronterà ostacoli che lo aiuteranno a diventare un uomo. Diviene dunque molto più significativa la lotta con l’antagonista principale del film, la tigre Shere Khan, dove sarà l’astuzia a dominare sulla forza e sull’agilità dell’animale.

I più nostalgici tireranno cacceranno fuori sicuramente un sorriso di fronte alla colonna sonora che ricalca i temi già presenti nel lungometraggio animato. A tal proposito abbiamo anche due parti cantate, “Lo stretto indispensabile” e “Voglio esser come te”, che però stonano molto con il resto della storia dai tratti più seri e realistici. Nel complesso si può definire la pellicola un piccolo capolavoro in cui la qualità e gli effetti scenici lasciano spazio anche a una storia ben riuscita, con annessa una splendida morale tipica, dopotutto, del marchio Disney.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...