FFF Day3 – The Boy and the Beast

tumblr_nmqh5yuUlo1rb1rgoo4_1280

“-Ascolta il tuo maestro!-

-Non sono il tuo discepolo!-”

 

Un saluto a tutti i lettori di Cabiriams! Sono Antonio Berardone e dal 3 all’8 Maggio collaborerò come volontario con il FutureFilmFestival di Bologna. È un’occasione unica per partecipare a decine di visioni esclusive e di anteprime dal mondo dell’animazione internazionale. Ogni giorno per sei giorni vi proporrò una recensione di uno dei film in concorso.

 

Siamo arrivati alla terza giornata delle rassegne dal festival, e oggi recensirò per voi il film d’animazione giapponese più atteso del 2016! Sto parlando di “The Boy and The Beast” [Bakemono no Ko], nelle sale italiane in un evento speciale solo il 10 e l’11 di maggio.

Lungometraggio di animazione di Mamoru Hosoda, regista di capolavori quali Wolf Children e La ragazza che saltava nel tempo, portava con sé aspettative altissime già prima di essere rilasciato nella sua terra di origine.

Dopo avere fatto incetta di premi sia nazionali che internazionali, ho avuto la possibilità di vederlo in anteprima rispetto all’uscita in sala italiana e ne sono rimasto entusiasta!

 

La storia segue Ren (Kyuta, come viene chiamato scherzosamente), un giovane orfano che si ritrova improvvisamente catapultato nel mondo sotterraneo delle bestie, e del suo maestro Kumatetsu. Si tratta di un film di formazione, adatto e perfetto per i bambini per le sue lezioni di moralità e di rifiuto della violenza. Infatti, il mondo delle bestie, che in un primo momento spaventa il bambino, si rivelerà essere molto più pacifico di quello degli umani. Ma potrà crescere per sempre in un mondo che non è il suo?

 

La contrapposizione molto chiara e forte viene definita da subito. Le bestie vivono in pace tra di loro dopo l’ordine del gran maestro di far sigillare tutte le spade, e infatti gli scontri tra gli spadaccini avvengono sempre con le spade infoderate e sono poco più di semplici dimostrazioni di forza. Al contrario il mondo degli umani è confusionario e violento, ed è lì che si risolverà la battaglia finale per la salvezza dei mondi.

Ritengo che il migliore espediente di trama sia stato proprio il creare “bestie” che incarnano i più alti valori umani e lasciare agli uomini la cattiveria e l’oscurità nel cuore, con la speranza ovviamente che questa oscurità non li offuschi.

maxresdefaultfx

Per quanto riguarda l’animazione Hosoda tiene alto il nome che gli è stato affidato dalla critica, quello di erede di Hayao Myiazaki. L’attenzione ai dettagli, ai colori, ai movimenti fluidi dei personaggi e la caratterizzazione degli stessi lo rendono un prodotto completo e apprezzabile da chiunque.

maxresdefault.jpg

Una particolare sequenza mi ha affascinato, ovvero quella di apertura. L’unione della computer grafica delle fiamme ai disegni di ombre in stile shadow art crea un effetto molto bello e immersivo.

boyandthebeast02

Un must: 5\5

Antonio Berardone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...