Scarface

Avete mai cercato un amico chiedendogli il titolo di un film carino da vedere?

Abbiamo pensato ad una rubrica (una serie di consigli a dir la verità!) basata su film che, a nostro parere, meriti la visione e una riflessione. Gli articoli saranno vari, con cadenza settimanale, e scritti da diverse persone dello staff, per darvi un parere più oggettivo possibile su pellicole di ogni genere e provenienti da Paesi differenti.

Troverete, inoltre, alcune curiosità sulla produzione e non solo.

Vi consigliamo, quindi, di preparare stuzzichini, noleggiare uno di questi film e lasciarvi trasportare in una serata all’insegna del cinema. Buona lettura e, soprattutto, buona visione!


 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Diretto da Brian de Palma

Scarface, vero è proprio cult della storia del cinema, è un film del 1983 diretto da Brian de Palma con la sceneggiatura di Oliver Stone.

Ambientato nella Miami degli anni ’80, il film racconta la storia di Tony Montana (Al Pacino), delinquente in fuga da Cuba, che si rifugia negli Stati Uniti, dove inizierà la sua carriera da Gangster. Di carattere crudo e deciso, Tony compirà una vera e propria scalata nel mondo della malavita, arrivando in breve tempo ad ottenere una posizione prestigiosa che gli farà ottenere ciò che più desidera: potere e ricchezza.

Augurandovi una buona visione vi lasciamo qualche piccola curiosità sul film.

  1. Scarface, che in italiano significa “lo Sfregiato”, era il soprannome di Al Capone;
  2. Il personaggio di Tony Montana è stato di ispirazione per gli studi Disney nella realizzazione di Scar, il nemico principale del classico “Il re leone”. I due sono accomunati sia dalla bramosia di potere che dalla cicatrice sul volto.
  3. La parola “fuck” nel film viene pronunciata 182 volte. La media è di un fuck ogni 1.32 minuti. Nella versione italiana il corrispettivo “vaffanculo” viene pronunciato solo 25 volte.
  4. La band statunitense Blink-182 ha preso ispirazione per il nome proprio dal numero di volte in cui viene detto fuck nel film.
  5. Il boss mafioso Walter Schiavone ha costruito la sua villa sulla base di quella del protagonista del film.
  6. Per dirigere il film, il regista Brian de Palma ha rinunciato alla regia di un altro film destinato a diventare un cult della storia del cinema: “Flashdance” che verrà poi diretto da Adrian Lyne.

Jonathan Frittoli 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...