SNOWDEN

 

2016

Regia: OLIVER STONE

 

 

 

“Dov’è il moderno campo di battaglia soldato? Ovunque.”

 

Uno dei film più attesi del mese è approdato in Italia: stiamo parlando di Snowden. Il film, costato 40 milioni di dollari, è basato sulla vera storia del traditore o patriota, ad ognuno la sua opinione personale, Edward Snowden, un informatico americano divenuto noto al mondo per aver diffuso importanti informazioni strettamente tenute “Top Secret” dal governo statunitense.

La vicenda inizia nel 2004, quando Ed (interpretato da Joseph Gordon-Levit) è un giovane allievo in addestramento, con l’aspirazione di far parte delle Forze Speciali americane. Dopo un infortunio alla gamba, dovrà trovare un altro modo per servire il suo così tanto amato Paese. Con non molti problemi riuscirà ad entrare nella CIA (Central Intelligence Agency) e poi nella NSA (National Security Agency) e da qui noi, poveri cinefili indifesi, verremo trasportati in continui “viaggi temporali” tra l’oggi e ciò da cui partiranno tutti i collegamenti e i risvolti necessari per arrivare alla condivisione con il mondo delle attività illecite del governo, per finire, poi, con riprese del vero Edward alle prese con un’intervista.

Come potrebbe mancare l’amore in un film già con una trama avvincente e basata su una storia vera e contemporanea? Ed conosce quella che diverrà la sua compagna di vita, (con i migliori auguri, non voglio portargli sfortuna) Lindsay, interpretata dalla beniamina della saga “Divergent”, Shailene Woodley. Avremo modo, quindi, anche di scoprire il personaggio da un altro punto di vista: quello amoroso e anche sessuale. Piccoli atteggiamenti e soluzioni registiche e di scrittura ci aiuteranno a capire Ed. Ve ne porto come esempio solo uno e forse il più esplicito che riguarda la fotografia: Lindsay è una giovane fotografa e vedremo spesso i ritratti che lei farà al compagno; più avanti nella vicenda conosceremo, invece, i fastidi di lui riguardo questo e le cause scatenanti correlate.

“un lavoro può essere criminale? No, se lavori per il governo.”

 

Insomma, un film di alto budget in classico stile americano. Un Thriller biografico con una straordinaria fotografia e musica che ci farà molto riflettere sugli strumenti che utilizziamo tutti i giorni e sulla vita di quest’uomo che ci ha fatto il grande dono della verità. Oliver Stone è alla regia di uno dei film più belli del 2016, con l’attore protagonista già conosciuto per la sua eccezionale intepretazione del funambolo Philippe Petit nel film del 2015 “The Walk”.

Occorre per qualche secondo, però, riflettere ancora su questo personaggio: Snowden. Un ragazzo nato nel 1983 che, per amor della libertà, ha cambiato la sua vita e risulta ancor oggi come un traditore dello stato americano. Le sue rivelazioni riguardano alcune fra le violazioni più significative della storia della NSA e il suo contributo è stato fondamentale per l’informazione e la libertà di ogni singolo cittadino. Oggi lui vive in Russia con la sua compagna e non può spostarsi perché gli è stato revocato il passaporto per i crimini da lui compiuti.

Il film rimarrà ancora per un po’ nelle sale cinematografiche italiane quindi affrettatevi, spegnete i telefoni e godetevi 134 minuti di cinema.

Sarah Corsi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...