Il surreale mistero dell’imperfezione

il tentativo dell'impossibile

“Nella vita tutto è mistero”, sentenziò il pittore belga René Magritte in un’intervista, sottolineando come l’aspetto enigmatico sia l’essenza dell’esistenza, come a dire che la vita stessa rappresenti un arcano da scoprire, da svelare, giorno dopo giorno. O forse la sua frase sta a indicare che, nella vita, non c’è nulla di scritto, di prestabilito: sta all’uomo dipingere, costruire, edificare, decriptare quel mistero a proprio piacimento, facendogli prendere la piega che desidera.

Ed è proprio questo che l’artista fa ne “Il tentativo dell’Impossibile”, opera surrealista datata 1928, nella quale Magritte raffigura un pittore mentre cerca di dipingere la donna perfetta, quella che combaci perfettamente con i suoi desideri, che condivida con lui idee, pensieri e parole, che sia attraente per i suoi occhi e per la mente. Impossibile non cogliere l’eco ovidiana al mito di Pigmalione, lo scultore che si era perdutamente innamorato della statua d’avorio che egli stesso aveva modellato, ritenendola perfettamente rispondente al proprio ideale di bellezza femminile, superiore a qualsiasi donna in carne e ossa.

Nell’opera di Magritte, la donna si materializza sotto il pennello, attraente e sinuosa, ma è incompleta. Questo, probabilmente, sta a indicare che la perfezione non è raggiungibile, come il titolo stesso del dipinto suggerisce. Il pittore, però, pur sapendo di star tentando l’impossibile, lascia che il dubbio s’insinui nell’osservatore, al quale sembrerà realmente di star guardando davanti a sé due figure tangibili, una nuda e l’altra in abiti eleganti, una incompleta, l’altra perfettamente definita, ma entrambe illusoriamente tridimensionali. Questo grazie al sapiente uso del colore, ai giochi di luce e ombra, all’indubbia abilità di Magritte nel riuscire a dare fattezze umane ai suoi personaggi a due dimensioni.

René François Ghislain Magritte (Lessines, 21 novembre 1898 – Bruxelles, 15 agosto 1967), meglio noto semplicemente come René Magritte, fu tra i massimi esponenti della pittura surrealista in Belgio. Inizialmente seguace delle correnti del Cubismo e del Futurismo, cambiò rotta grazie al maestro de Chirico e, in particolare, al suo quadro Canto d’amore, in cui Magritte scoprì un nuovo modo di vedere, “che rappresentava un taglio netto con le abitudini mentali di artisti prigionieri del talento, dei virtuosi e di tutti i piccoli estetismi consolidati”, come affermò egli stesso.

Il suo segno distintivo, una volta scoperto l’amore per il Surrealismo, fu il “trompe l’oeil”, quell’illusione che colpisce chi è convinto di star ammirando figure e oggetti tridimensionali e tangibili, ma in realtà dipinti su una superficie bidimensionale, in modo tale da far quasi sparire quest’ultima, disorientando l’osservatore e generando in lui un misto di curiosità e stupore.

È proprio questo miscuglio di sensazioni a spiazzare chi guarda, lasciandolo in sospeso, a riflettere sul significato di “perfezione”, sull’impossibilità di avere al proprio fianco una sorta di “sosia”. L’altro, in questo caso una donna, non potrà mai rinunciare a sé stesso, alle proprie pulsioni, alle idee contrastanti, a dire la sua sulle più disparate questioni. Forse, intitolando l’opera “Il tentativo dell’Impossibile”, Magritte invita l’osservatore a guardare con attenzione, a porsi domande e a realizzare, alla fine, che la perfezione non esiste, che non ha senso proiettare sull’altro i propri desideri, ma che, al contrario, è necessario accoglierne difetti e imperfezioni. La perfezione, infatti, non ha nulla di misterioso: l’inaspettato, il diverso, rappresenta, invece, l’enigma più difficile e affascinante da decodificare.

Chiara Pirani

Annunci

Autore: Cabiriams

Il portale di cinema, arte, letteratura e spettacolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...