MUSA e Vittoriale

In occasione del 2 giugno, ne ho approfittato per una giornata fuori porta a Salò e a Rivera Gardone, piccoli paesi che si affacciano sul lago di Garda da fronte occidentale, in provincia di Brescia, in Lombardia.

Il MUSA è il museo della città di Salò, dove al momento si trova la mostra temporanea curata da Vittorio Sgarbi e che rimarrà aperta ancora fino al 6 Novembre 2016.

Il titolo della mostra è “da Giotto a De Chirico”: vi sono esposte, senza particolari collegamenti di tematiche, opere di artisti “maggiori” insieme a quelle dei considerati generalmente “minori”, meno studiati o conosciuti, per il bello della pittura e della scultura. Non è la stessa esposizione organizzata per l’EXPO, ma ricollega comunque una serie di artisti italiani dal Duecento fino a metà del XX secolo, con riferimenti tra le varie opere, con confronti tra maestri e allievi, luoghi geografici o stili di vita simili, con conoscenze assimilate da viaggi effettuati dagli artisti.

Piccole note negative del tutto personali: l’audioguida – che è compresa nel prezzo – non segue una linearità pratica, ovvero si deve saltare da una parte all’altra della sala per seguire il senso cronologico impostato e quindi non come un cerchio, una dietro l’altra.

Seconda piccola critica: non hanno segnalato una convenzione con il Vittoriale, quindi una volta arrivati alla biglietteria di quest’ultimo, ho notato che avevano esposto la possibilità di una riduzione se si faceva il biglietto per entrambe le sedi, quando quindi potevo fare un unico biglietto ridotto per entrambe le visite. Dunque, state attenti e chiedete se siete intenzionati a visitare questi posti – per me meravigliosi.

Il MUSA però non ospita solo la mostra temporanea: vi sono anche alcune collezioni permanenti nei vari piani della struttura: infatti ci sono il Gabinetto anatomico dr. Rini, l’osservatorio meteosismico, la storia di Salò e il mito del Duce.

Per ulteriori informazioni il sito di riferimento è: http://www.museodisalo.it/

Successivamente a Rivera Gardone, sono stata a visitare il Vittoriale degli Italiani di D’Annunzio, un complesso di una magnificenza incredibile. Il parco ospita varie sedi, dove con laghetti, percorsi in mezzo alla natura e strutture che si affacciano sul lago, rendendole con uno sfondo spettacolare, raccontano – almeno in parte – il sogno di chi ha studiato e progettato questa villa.

Nel museo del D’Annunzio segreto c’è un video che racconta la vita e la storia del poeta, dal suo background fino alle scelte di vita e politiche, che possono spiegare almeno un po’ chi fosse questo personaggio che amava fare spettacolo di sé e che, incredibilmente, aveva capito già allora l’importanza dell’immagine. Poi vi è il teatro, l’aereo con cui aveva volato ai tempi della prima Guerra Mondiale, un nave installata e fissata al centro del parco e in cima vi è il suo Mausoleo.

Tutto ciò che si può trovare in questo parco, considerato il parco più bello d’Italia, come Premio Nazione di Parchi e Giardini, è un’opera d’arte, come la vita stessa del D’Annunzio.

Per ulteriori informazioni, il sito di riferimento è: http://www.vittoriale.it/

Agnese Monari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...