Il mio amico Einstein

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un film di carattere storico/scientifico, comparso per la prima volta nel 2008 sulla BBC, in Inghilterra, con il titolo:”Einstein and Eddington” (regia di Philip Martin).

Per gli amanti della scienza sarà un’interessante immersione negli anni antecedenti al boom di Einstein. Gli anni che hanno reso lo scienziato tedesco una vera e propria celebrità, tanto da essere scelto come l’uomo più rappresentativo del XX secolo da parte del Time. Siamo sull’isola di Prìncipe, al largo della costa occidentale dell’Africa, si stà per tenere la verifica sperimentale più importante della storia. Sir Arthur Eddington ha fortemente voluto questa spedizione, lo scopo è quello di dimostrare che Albert Einstein e la sua teoria della relatività generale hanno ragione. Non lasciatevi spaventare dai paroloni e dal linguaggio, anche chi non ha dimistichezza con i frequenti riferimenti al lavoro e al pensiero di Einstein, potrà godersi il film senza perdersi nei discorsi. Non si tratta soltanto di innalzare il nome di Albert, si tratta di mettere a confronto Newton ed Einstein, Inghilterra contro Germania. Siamo nel 1919 e da poco è finita la prima guerra mondiale, ciò non aiuta la comunità scientifica Inglese, fortemente legata a Newton, ad aprirsi alle sconvolgenti concezioni del teorico tedesco. Il film si attiene a raccontare le vicende così come si sono svolte, non è una storia romanzata come in Braveheart per intenderci, nonostante gli argomenti trattati il tutto si svolge in modo scorrevole e leggero. Un po azzardata la scelta del doppiatore italiano per Albert, certo nessuno sa come poteva essere la voce di un Einstein in versione italiana, ma sembra troppo profonda per un uomo mite e pacifista come lui. Bene comunque l’attore che interpreta il personaggio di Einstein (Andy Serkis), sembra emulare alla perfezione il carattere e l’eccentricità del fisico. Così come il personaggio di Arthur Eddington (David Tennant) con cui si ricrea una somiglianza fisica con il ricercatore inglese. Una grave pecca è l’aspetto di Max Planck (Donald Sumpter) che si distacca forse troppo dal reale scienziato. In conclusione è un film piacevole, ricco di aspetti culturali, che ricorda l’importanza di ciò che fece Eddington, il quale fu un po messo da parte in tutta la questione. Con questo film, lo scienziato Inglese, non rischia di essere messo nel dimenticatoio e  gli amanti del genere sapranno  sicuramente apprezzare.

 

Alcune curiosità sul film:

Nel corso del film lo sceneggiatore Peter Moffat racconta una parte della vita privata di Einstein, soprattutto della sua relazione segreta con Elsa. Albert è sposato con Mileva, con cui ha i due figli Hans e Eduard, quest’ultimo pare soffrisse di schizzofrenia anche se nel film non vi è alcun riferimento. Un altro riferimento mancante riguarda la stessa Elsa, che era cugina di primo grado di Albert. La loro relazione comincia nel 1912, quindi molto prima della guerra, caso vuole che allo scoppio del conflitto Albert si trovasse a Berlino. La chiusura delle frontiere lo costrinse a rimanere a Berlino e ciò riaccese in lui la passione che provava verso la cugina.

Nelle ultime scene del film un Einstein appena diventato famoso viene avvicinato da giornalisti e fotografi, in questa occasione gli viene scattata la celebre foto in cui ironicamente tira fuori la lingua. Nella realtà quella specifica foto fu scattata molto tempo dopo, quando ormai Albert aveva 72 anni, precisamente nel 1951.

Arthur Eddington nel film, venuto a sapere della morte dell’amico William, dichiara alla sorella Winnie di amarlo. Anche nella realtà Arthur confida alla sorella di essere gay, ma visse cercando di sopprimere la sua omosessualità. Eddington, come fatto notare nel film, era Quacchero, una forma di culto dove i gay possono essere se stessi. Nonostante questo non accettò mai la sua natura, probabilmente per la pressione a cui era sottoposto, dovuta alla carica che ricopriva nella comunità scientifica. Una cosa è certa, la sorella Winnie non gli fece mai mancare il suo sotegno.

Tiziano Padovani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...