Gone Girl – L’amore bugiardo

Versión en español es_flag
English version   English-Language-Flag-2-icon

 

dir. David Fincher

 

«I’m so much happier now that I’m dead»

 

È la mattina del suo quinto anniversario di matrimonio: Nick (Ben Affleck) torna a casa e scopre che la moglie Amy (Rosamund Pike) è scomparsa. La casa mostra segni di una lotta, ma qualcosa non torna alla polizia, specialmente il comportamento dello stesso Nick, disinteressato ed estremamente cinico, nonostante l’accaduto. In poco tempo, cominciano le investigazioni: da una parte c’è la polizia, dall’altra i media, che cercano di scoprire dove sia finita la donna che ha ispirato l’eroina dei libri “Amazing Amy”. Un caso che divide l’America e le forze dell’ordine, e il sospettato numero uno è Nick.

 

Il film, tratto dall’omonimo racconto di Gillian Flynn (sceneggiatrice della pellicola), crea un universo noir dove non esiste separazione netta fra bene e male, giusto e sbagliato: ogni personaggio è versatile, mai scontato. La trama presenta molti colpi di scena: mentre la prima parte del racconto si sviluppa tra le investigazioni e la storia del rapporto tra Nick e Amy, attraverso i diari di questa, la seconda capovolge quanto ci si potesse aspettare da una storia all’apparenza classica e, per così dire, già sentita.

 

Nonostante diversi buchi di sceneggiatura, il film è un perfetto esempio di intrattenimento, non permettendo allo spettatore di distogliere lo sguardo nemmeno un secondo, grazie anche alle notevoli capacità di regia di Fincher. Per questi motivi, Gone Girl è il film che raccomando questa settimana.

 

Alcune curiosità sulla pellicola:

  1. La scelta degli attori è stata guidata dall’attenzione del regista per i particolari: Ben Affleck e il suo sorriso da passerella, perfetto per l’iconica scena di Nick alla conferenza stampa, e l’essere figlia unica di Rosamund Pike, proprio come la protagonista.
  2. Reese Witherspoon ha ottenuto i diritti cinematografici di Gillian Flynn nel giugno 2012 e aveva deciso di produrre il film e di recitare nel ruolo di Amy. Tuttavia, dopo il suo primo incontro con David Fincher e parlando della sua visione del film, Witherspoon si è resa conto che non era la persona giusta per interpretare la protagonista femminile.
  3. In America il film è stato vietato ai minori di 17 anni per la presenza di una scena in cui Nick pratica sesso orale con la moglie Amy. Nonostante le scene molto violente all’interno della pellicola, togliendo quella scena il film avrebbe avuto minori restrizioni.
  4. Per la sua interpretazione, Rosamund Pike ha tratto ispirazione da Nicole Kidmanin in Da morire (1995) e Sharon Stone in Basic Instinct (1992). Ha studiato anche Carolyn Bessette-Kennedy, moglie di John F. Kennedy Jr., per il suo linguaggio del corpo. Ben Affleck, invece, si è ispirato a casi reali: in particolare Scott Peterson, accusato nel 2003 di aver ucciso la moglie.
  5. Durante una scena, Amy e Nick parlano di Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen: la stessa Pike ha lavorato nella trasposizione cinematografica del libro.

Federico Tempella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...