Una serie di domande a cui rispondere. Si apre così il cortometraggio dal titolo “Hold onto the top”, diretto da Gadi Yemple, che presenta sulla scena tre figure femminili: è come se la ragazza nel centro si ponesse delle domande e le due ragazze sullo sfondo, le sue “voci della coscienza”, le indicassero le biforcazioni di un bivio: combattere o fuggire? Le tre stanno, in realtà, recitando in un teatro. 

In un secondo momento, a farla da padrona è la presenza dell’acqua: la protagonista viene ripresa mentre nuota in una piscina, mentre piange sotto la doccia. 

Infine, sulla scena insieme alla protagonista resta solo una delle due voci: per quale delle due risposte avrà dovuto optare?

Chiara Pirani