Mer. Set 23rd, 2020

Box office Italia (settimana 17/23 febbraio): tra coronavirus e esordi sottotono

Crollano gli incassi italiani. Un fine settimana già compromesso dalla mancanza di uscite di rilievo, oltre che da un’anomala ondata di bel tempo, ha subìto un’ulteriore colpo nella giornata di domenica, con la diffusione dello stato di allerta dovuta ai contagi dal nuovo coronavirus SARS-Cov-2 avvenuti nel nostro Paese. Un declino che, inevitabilmente, colpirà in maniera ancora più violenta la settimana attualmente in corso, con la chiusura (quasi) totale dei cinema in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Friuli, regioni che dall’1 agosto 2019 al 23 febbraio 2020 hanno generato il 48% degli incassi cinematografici nazionali. Inutile dire che il fine settimana trascorso si è rivelato in perdita rispetto ad un anno fa (-29.91%), mentre il dato dal primo di gennaio si mantiene al momento in attivo del 19.41%.

In vetta alla classifica resiste il film di Gabriele Muccino Gli anni più belli, con € 1.914.095 settimanali ed un totale di 4.8 milioni di euro. Si inserisce in seconda posizione il film evento Fabrizio De André e PFM – Il concerto ritrovato di Walter Veltroni, in grado di dominare le giornate del 17, 18 e 19 febbraio, incassando € 1.068.573 in soli tre giorni di programmazione: un dato eccellente per un’operazione come questa.

Terza posizione per il dominatore degli Oscar 2020, Parasite, che si mantiene nelle zone alte con € 989.282 ed un dato complessivo giunto a oltre 5.1 milioni di euro.
Debutto blando, invece, per Bad Boys For Life, nuovo capitolo della nota saga action/comedy che non va oltre la quarta posizione e € 885.171, seguito a breve distanza da Sonic- Il Film, quinto con € 737.797 settimanali e 2.2 milioni totali.
Altro esordio al sesto posto con Il richiamo della foresta, il quale incassa € 682.904, mentre la commedia Odio l’estate scende al settimo con € 422.621 ed un totale soddisfacente di 7.3 milioni.

Esordisce con € 263.082 il thriller di Todd Haynes Cattive acque, che si inserisce davanti al sempre deludente Birds of Prey, nono con  € 241.933 e prossimo a chiudere il suo percorso nei cinema italiani con poco più di 2.5 milioni di euro.
Altro esordio estremamente esiguo in chiusura di classifica. Parliamo della commedia di Fausto Brizzi La mia banda suona il pop, che nonostante il cast All Star (De Sica, Abatantuono, Ghini, Finocchiaro, solo per citare i più noti) non riesce ad andare oltre i € 240.899, compromettendo in partenza la sua corsa nelle sale.

Andrea Pedarzzi

Fonte dati: Cinetel, Boxofficebenful

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: