SEZIONE CE L’HO CORTO

Cosa accadrebbe se alcune persone avessero il potere di cancellare intere fasce della popolazione mondiale? Attraverso videochiamate e false interviste dal tono ironico e graffiante, la giovane regista Giulia Magda Martinez mette in scena le conseguenze di questa ipotesi.

E ad essere ascoltati sono i militanti del movimento “Fiamma Nuova”, capitanati da Achille D’Ercole. Una squadra di fastidiosi stereotipi – dettati da pensieri e parole, appunto, stereotipati – affetti da una grande epidemia: il fascismo.

E come la Genesi e non lontani dalla realtà, il tempo e la scelta della preda da cancellare sono scanditi dai sette giorni della settimana.

Tutti i riferimenti non sono casuali, i rimandi sono espliciti, facili e fruibili dal pubblico. La forza della visione è riposta nella sceneggiatura, capace di far sorridere e rabbrividire, sviluppata da una regia dalle scelte semplici, non elaborata, ma capace di arrivare con forza al messaggio.

In una società in cui la politica è mossa dall’odio verso l’Altro, cosa accadrebbe se l’Altro non esistesse più?

Sarah Corsi