SEZIONE CE L’HO CORTO

“Hai mai immaginato questo finale?”
“Speravo in qualcosa di più glorioso”

Un racconto dall’ atmosfera onirica, un sogno ad occhi aperti è quello che viene messo in scena nel cortometraggio d’esordio di Laurent Saint-Gaudens.

Due creature immortali al termine della loro vita aspettano l’arrivo del giorno per scomparire nel lungo sonno della morte. Gli ultimi attimi per tornare a ritroso nel loro vissuto e per crogiolarsi negli ultimi vizi degli esseri viventi.

Nell’opera si susseguono diverse sfumature cromatiche in un cambiamento repentino volte a risaltare le caratteristiche dei due attori, intenti a scambiarsi gli ultimi sguardi, le ultime carezze. La colonna sonora risalta ancor di più l’atmosfera sognante. Scelte registiche particolari sono quelle che vengono utilizzate. Saint-Gaudens mette in scena la vicenda senza timore, utilizzando tecniche “irregolari” come lo scavalcamento di campo. Tutto sembra però scorrere senza problematiche importanti.

Sarah Corsi