SEZIONE INTERNAZIONALE

La verità può far male, ma vivere nella menzogna – o nel silenzio – può portare all’ autodistruzione. Jack Hickey mette in scena la storia di Cynthia, giovane donna che – dopo un periodo di assenza – durante una cena con dei vecchi amici, avrà modo di raccontare ciò che non aveva forse mai detto.

Tanti sono i punti di forza di quest’opera: una fotografia e una regia del calibro hollywoodiano – potrebbe infatti reggere il confronto con grandi film drammatici contemporanei -, attori preparati e pronti a tenere alta la tensione, una sceneggiatura complessa e ben elaborata.

Tutto sembra andare verso una direzione, sapientemente tenuta, mentre un colpo di scena permette di cambiare il verso della vicenda e, nello specifico, di voltare lo sguardo verso il futuro.

Un lavoro impeccabile.

Sarah Corsi