CORTOMETRAGGIO

Maureen si appella all’autosuggestione cosciente del dottor Emile Coué per rendere sopportabile la prigione familiare che la incatena a desideri che non sono suoi.

Costretta a farsi carico delle responsabilità del figlio scriteriato insieme a un marito non solo poco attento al rispetto, ma anche poco attento all’obsolescenza del mullet anni ’80 che gli spunta dal cranio, ogni giorno si ripete il mantra “day by day, in every way, I’m getting better and better“.


Basta poco per simpatizzare con la fuga alla Thelma (ma senza Louise) dai ruoli di moglie e madre devota, finché questa formula magica di evasione dalla realtà non si scontra con la morte che la accusa in controcampo.

In mezzo al nulla della regione della Beauce, dove l’unico punto di riferimento è il rosso intenso del sangue che impregna la distesa di neve, ha inizio il thriller psicologico che dà il via alla lotta per la sopravvivenza tra brave persone che vogliono solo evitare di finire in prigione


Alexandre Dostie dirige una recitazione sopra le righe cercando di imitare Fargo, ma dimentica lo humor nero dei fratelli Coen in fase di scrittura. Diluito nell’area grigia del relativismo morale, il tentativo comico-grottesco si scioglie tiepidamente nella neve per lasciare solo il brivido di qualche plot-twist.

Giulia Silano

Tutti i film delle Journées du cinéma québécois en Italie sono in lingua originale con sottotitoli in italiano disponibili gratuitamente sulla piattaforma Mymovies.it dal 24 al 31 Marzo 2021. Info: www.cinemaquebecitalia.com